Mostra “Arte contemporanea”

Sabato 8 Novembre 2008, presso la Galleria Italarte, si inaugurerà la mostra personale di Carlo Cordua, saranno esposte circa 40 opere tra olii e pastelli.
L’ artista, nato a Napoli nel 1963, dipinge e disegna fin da giovanissimo ma solo dopo un lungo processo di maturazione raggiunge il traguardo della pittura. Una pittura “bella” e di qualità, che lo porta ad essere uno dei più interessanti pittori di “paesaggio” operanti oggi in Italia.
Cordua si pone sulla scia della migliore tradizione del “Vedutismo” dell’800 e del ‘900, ma lungi dall’apparire oggi anacronistiche le sue opere sono moderne, attuali, dense di poesia, cariche di suggestioni, che rivelano grande amore ed attenzione verso la natura. Il mare delle isole e delle coste campane, i paesaggi e i “campi di lavanda” della campagna toscana, sono un “canto” della natura ancora incontaminata, dove non c’è, consapevolmente, traccia della presenza dell’uomo. Rifuggendo da rappresentazioni da cartolina e da “Gran Tour”, Cordua prende l’avvio del dato paesaggistico per superarlo via via sotto la spinta della memoria e della sua sensibilità emotiva. E lo fa tramite una composizione di colori vibranti di luce, una pastosità del pigmento (specialmente nei pastelli) che crea rese tonali, dissolvenze, trasparenze, ”prospettive atmosferiche” di grande effetto, pittorico ed emotivo.
Oltre che in Italia Cordua è apprezzato ed espone anche all’estero: numerose sono le sue mostre in Argentina, Canada, Francia e Spagna; i suoi pastelli sono nei Musei Budapest, Wespren, Cracovia, Pitest, Montreal.

Francesco Carvelli